Il Ctu estimatore, e le linee guida del Csm.


Per il valutatore immobiliare nel processo esecutivo, gli adempimenti cambiano ancora.

Infatti il Consiglio Superiore della Magistratura ha emesso un protocollo che regola le esecuzioni immobiliari.
La presentazione ufficiale si è tenuta il 29 Novembre 2017.

In caso di pignoramento le attività del valutatore erano già state radicalmente riformate, nell’estate del 2015.
Vediamo cosa cambia con le buone prassi redatte dalla Settima Commissione, ed approvate dal Consiglio Superiore della Magistratura.

csm linee guida ctu estimatore valutatore



 1. Quali sono le finalità delle linee guida del Csm?


Secondo il comunicato stampa emesso da Palazzo dei Marescialli, gli intenti sono questi:

  • velocizzare i procedimenti giudiziari,
  • aumentare l’efficienza e la trasparenza delle cause,
  • soddisfare rapidamente i creditori,
  • tutelare il debitore nel rispetto del giusto processo,
  • migliorare l’informazione e l’ascolto dei debitore,
  • incoraggiare investimenti esteri, 
  • aumentare la rapidità nel controllo della documentazione catastale e ipotecaria,
  • istituire “l’Osservatorio per l’efficienza delle procedure esecutive e l’attuazione delle buone prassi”.

 

 2. Cos’è l’Osservatorio per l’efficienza delle procedure esecutive?


E’ un gruppo di nove magistrati con spiccata esperienza nel settore, costituito presso la Settima Commissione.
Ha compiti di ausilio, sia per il Csm che per gli uffici giudiziari impegnati nelle esecuzioni immobiliari.

E deve anche:

  • illustrare le variazioni del numero delle pendenze e della durata dei
    processi,
  • formulare proposte per  la risoluzione delle criticità,
  • proporre miglioramenti al processo esecutivo telematico,
  • favorire i rapporti tra Csm e Ministero della Giustizia,
  • indicare al Csm quali sono i distretti giudiziari che hanno rispettato le buone prassi.




 3. Come cambia l’attività dello stimatore con le linee guida del Csm?


Il documento qui in esame è rivolto ai Giudici delle esecuzioni.
E non potrebbe essere altrimenti.
Ma l’importanza dello stimatore nel processo esecutivo emerge a più riprese.
Infatti alcune novità investono in maniera incisiva l’operato del Ctu valutatore.

 

 

 4. Quali sono le buone prassi che il Giudice adotta nei confronti del Ctu?


Il Giudice delle Esecuzioni può e deve:

  • nominare lo stimatore entro quindici giorni dal deposito della documentazione catastale e ipotecaria, e cioè al momento della fissazione dell’udienza,
  • programmare i giuramenti degli esperti direttamente in cancelleria o con il giuramento telematico,
  • uniformare l’attività degli ausiliari e pubblicarla sul sito internet del tribunale,
  • indicare dove e quando si deve avviare la collaborazione tra esperto stimatore e custode, per una verifica coordinata e simultanea della documentazione catastale e ipotecaria,
  • assicurare che la relazione di stima venga redatta secondo uno schema standardizzato,
  • vigilare sul rispetto del termine per il deposito del rapporto di valutazione,
  • segnalare al Presidente del tribunale e all’Ordine di appartenenza il mancato rispetto dei termini da parte del consulente, ed escluderlo dall’affidamento di altri incarichi.




 5. Quali sono le buone prassi dello stimatore?


Il perito estimatore iscritto all’albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale, deve:

  • accettare l’incarico entro dieci giorni inviando, il giuramento e l’accettazione (con firma digitale del modulo),
  • rimandare l’accesso agli immobili dopo la verifica documentale,
  • descrivere il compendio immobiliare con chiarezza,
  • spiegare i criteri di stima, affinché altre perizie di beni diversi siano comparabili,
  • informare sulle caratteristiche giuridiche dei beni (es. regolarità urbanistica).

Nei confronti dei beni da stimare, il perito deve avere dimestichezza con:

  • inventariazione,
  • classificazione,
  • descrizione estimativa,
  • censuaria,
  • planimetrica.

Altri adempimenti molto più specifici possono emergere dagli allegati al regolamento anzidetto, tra cui: 

  • le checklist della documentazione ipocatastale, 
  • e il quesito tipo (molto dettagliato).




 

 6. Cos’altro prevede il documento del Csm?


Il Csm auspica che la vigilanza sulla formazione degli albi non sia solo formale, ma che venga attuata con scrupolo assoluto.
E questo fatto assume una certa rilevanza per via della ormai imminente re-iscrizione telematica dei Ctu.

Auspica inoltre che i professionisti di nuova formazione possano fare esperienza nel settore delle esecuzioni forzate, ma che vengano anche valorizzati coloro che abbiano:

  • capacità e attitudini particolari,
  • esperienza maturata nel settore,
  • sostenuto percorsi di formazione teorica,
  • e una struttura organizzativa idonea.

Come?

In alcuni uffici giudiziari è sorta una collaborazione con gli ordini professionali che attua il criterio della rotazione attribuendo un numero di incarichi tale da garantire una sufficiente formazione sui compiti specifici.

Secondo il Csm la valorizzazione di questo percorso, coniuga trasparenza e efficienza.

 

 Per approfondire.

Quali sono le nostre fonti?

Le righe che precedono sono state redatte sulla base di:

Lo sai cos’è il Csm?
Se vuoi cercalo su Wikipedia, cliccando qui
.


Non sono stato abbastanza esauriente?

Lascia un commento, 
scorrendo in fondo a questa webpage.


 Prima di andartene…


Ti volevo solo dire – se non lo sai già – che
 StudioPCG è uno studio di geometri di Firenze (ci potrai conoscere meglio cliccando sul link che precede).

Oppure seguendoci attraverso il tuo canale preferito, 
cliccando sui link qui sotto:

Facebook
LinkedIn
Google+
Twitter
Telegram
Pinterest
Tumblr
Flipboard
Reddit


 La tua opinione.


Adesso tocca a te.

Cosa ne pensi di queste novità?
Pensi che le richieste del Csm siano giuste?
Come si sovrappongono alla leggi in vigore?

Avresti qualche suggerimento?

Aiutaci a rendere più completa questa pagina web, 
migliorandola con la tua esperienza, a beneficio di tutti.

Puoi farlo anche adesso, 
lasciando un commento nell’apposito spazio,
in fondo alla pagina.

© 2017-2018 Gabriele Carniani – Riproduzione riservata

image  credits: 

courtesy of Mr. Angela N. through Flickr.com 

 






 

 

Gabriele Carniani
Social

Gabriele Carniani

Consulente immobiliare e tecnico legale di lunga esperienza.
Da alcuni anni è molto attivo sul web.

Scrive per StudioPCG ed altri siti del settore.
Ha fondato diversi gruppi di discussione tra cui:

Tecnici Forum
CTU Forum.

Puoi trovarli su LinkedIn, Facebook e Google+.
Gabriele Carniani
Social
Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a Il Ctu estimatore, e le linee guida del Csm.

  1. Anonimo dice:

    Caro Carniani, non mi sembra che le cose migliorino. Altri adempimenti per dei CTU che ptaticamente riscuotono solo l’acconto. O quasi.

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissimo Anonimo
      Non mi sembra che vi siano molti adempimenti in più

      Circa gli onorari
      Aspettiamo che si esprima la Consulta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Come ripubblicare i nostri contenuti:

    Ai sensi della Legge 62/2001, possiamo dichiarare che il nostro blog non è una testata giornalistica. Infatti i contenuti vengono redatti e trasmessi senza periodicità. Tutti i contenuti sono comunque protetti dal diritto di autore. Con il nostro permesso possono essere copiati e ripubblicati, ma solo seguendo le semplici istruzioni che riceverai contattandoci con l'apposita webpage (menu/contatti).