Ctu: l’iscrizione all’albo e la “re-iscrizione”.

Ctu: come ci si iscrive all’albo del tribunale?
La risposta – oggi – non è così semplice.
Siamo in un periodo di transizione.
Infatti l’albo degli esperti è stato riformato.
E per legge deve essere solo telematico.

E’ una delle novità introdotte dalla legge 132 del 2015.
Anche chi è già iscritto si deve attivare.

Come?
Quando?
Ne parleremo nelle righe che seguono.

2015-12-18 justice from tim evanson ctu periti esperti del tribunale

1. L’iscrizione all’albo dei periti esperti del tribunale.

I metodi – sino ad oggi – potevano essere diversi, secondo i vari distretti, circoscrizioni, o circondari.
Quindi – se non sei ancora iscritto – ti conviene dare un’occhiata al sito internet del tribunale della provincia in cui risiedi.
E se non trovi niente, vai ad informarti direttamente alla segreteria del presidente del tribunale.
O – come si faceva un tempo – all’ufficio personale.

Ma forse ti conviene aspettare qualche mese.
Altrimenti corri il rischio di dover ripetere l’iscrizione.
O persino…
Di “infrangere la legge”.
Come?
Lo vedremo nel paragrafo che segue.


2. Le novità della legge 132/2015.


Gli albi che vengono tenuti dagli uffici giudiziari devono essere informatizzati.
Anzi: dal giugno 2015 chi vuole iscriversi deve farlo “con modalità esclusivamente telematiche”.
Per decreto.
E non solo la domanda; ma persino gli allegati ed il pagamento dei bolli e dei diritti.

E la novità investe tutti.
Anche gli esperti che sono già iscritti da una vita.

Strano, vero?
Continua a leggere e saprai come, e – forse – perché.


3. Il decreto 83/2015 e la legge 132/2015.


Questi provvedimenti – magari – li conosci già.
Sono tra i più importanti – tra quelli del 2015 – in ambito legale.
La giustizia ha bisogno di essere riformata, non c’è dubbio.
Ma questo intento non viene attuato con l’emissione di un testo unico di riforma della giustizia.
Invece sembra avere un iter – per così dire – graduale.

E cioè…

A colpi di decreto.

Le norme qui in esame, hanno cambiato molte cose.
Soprattutto in materia di fallimenti ed esecuzione forzata.
Sul nostro sito ne abbiamo già scritto.
Ed abbiamo anche sottolineato come sia stato aggravato il lavoro dell’esperto stimatore, a fronte di una sostanziale riduzione dei compensi.

Ma per i Ctu si profilano altre cogenti novità.


4. L’iscrizione all’albo degli esperti.


L’ausiliario del giudice ha visto mutare il suo operato in maniera molto rapida.
Soprattutto negli ultimi anni.
E soprattutto in seguito all’informatizzazione della giustizia.
Noi di StudioPCG vi abbiamo dedicato molte pagine.
Ed una delle più frequentate, è ancora quella ove viene descritta la procedura di iscrizione al ReGIndE.

Ebbene.
Agli ausiliari del giudice – tra un po’ – verrà richiesta una nuova iscrizione.


5. Gli albi dei consulenti tecnici d’ufficio.


Ad oggi gli elenchi dei Ctu sono almeno tre.
Il primo è quello ufficiale e cartaceo, regolato dalle disposizioni di attuazione del codice di procedura civile (si trova anche in Pdf).
Poi c’è l’anagrafica; cui accedono – dal loro terminale – magistrati, segreterie e cancellerie.
Si è formata negli ultimi anni, con i nominativi dei Ctu, ed i loro dati (invero poco aggiornati).

E poi il ReGIndE, la cui importanza è sottolineata nella nostra apposita webpage, scritta ormai nel lontano Luglio 2013.

Tre liste di Ctu, non bastavano?
Forse sì.
Ma adesso ne arriva un’altra.


6. Il prossimo albo dei periti esperti del tribunale.


L’albo cartaceo (oggi in formato Pdf) andrà a sparire.
Sarà sostituito da una versione completamente informatica.
Da attuarsi secondo specifiche ministeriali che dovevano uscire entro la fine di Febbraio 2016.

Quanti sono i Ctu?
Probabilmente diverse decine di migliaia.
Riscrivere tutti i loro dati sul web sarebbe proprio un bell’impegno.

Magari starai pensando:
“poveretti quelli del ministero, ci metteranno un bel po’  a riscrivere tutto.
E qui viene la sorpresa.


7. Vuoi continuare a fare il Ctu?


Sei un ausiliario del giudice?
E’ una attività che ti soddisfa?
Vuoi altre nomine?
Ebbene.
Preparati ad iscriverti nuovamente all’albo.
Altrimenti in pochi mesi il vecchio albo sparisce, e sparisci anche tu.



8. Un segno dei tempi.

Oggi capita sempre più spesso, di doversi attivare in fretta e furia; e non solo per ottenere qualcosa di nuovo.
Ma anche per mantenere quello che hai raggiunto, con tanto impegno, sino ad ora.
In quest’ottica, l’ulteriore adempimento di cui si è detto, non sorprende.
Ma c’è solo un piccolo dettaglio.
Recentemente gli ausiliari del giudice, erano stati costretti ad adoperarsi per iscriversi al ReGIndE.
La procedura – per molti – non è stata così semplice.
Ma giunti alla fine, sembrava proprio di essere a posto per sempre.

Invece no.
Per il Ctu telematico si profila all’orizzonte un’altra procedura di iscrizione.
Ed andrà fatta nel termine perentorio di qualche mese.



9. Due o tre mesi per re-iscriversi all’albo.

La scadenza massima dovrebbe essere 90 giorni.
Ma questo passo della legge non è molto chiaro.
Ci vorrà qualche circolare… esplicativa.

E se qualcuno sfora la scadenza?
Cosa succede?
Mah.
Difficile immaginarlo.
Ma io voglio provarci.

Magari torna ad iscriversi nuovamente.
Come fosse la prima volta.
Pagando bolli e diritti vari.

Comunque – adesso che lo sai – non preoccuparti più di tanto.


10. La guida per la re-iscrizione all’albo dei consulenti e periti.


Quando sarà tutto pronto – come al solito – prepareremo dettagliatissime istruzioni.
E le troverai cliccando sui link qui in basso (che per ora non funzionano).

Vai alla guida per RE-ISCRIVERTI all’albo degli esperti del tribunale.

oppure

Vai alla guida per ISCRIVERTI PER LA PRIMA VOLTA all’albo dei consulenti del tribunale.

Non resta che sperare in una procedura semplice.
E – per favore – che sia l’ultima.


11. Aggiornamento.

Delle specifiche tecniche per il nuovo albo Ctu telematico, non si sa ancora niente.
Dovevano uscire a Febbraio 2016…

Tuttavia sembra che qualcosa si stia muovendo.
Per esempio sul sito PstGiustizia è apparso il link per l’iscrizione all’Albo dei delegati, istituito con la legge 132/2015.
Infatti nella homepage, in fondo al menu riservato a coloro che si autenticano (servizi riservati), è stato aggiunto il link “Area Riservata Amministratori Giudiziari“.


Per approfondire.


Difficile da credere, vero?
Se vuoi toccare con mano: 

Non sono stato abbastanza esauriente?
Lascia un commento, 
scorrendo in fondo a questa webpage.

Oppure:

RICHIEDI UNA MICRO-CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO


Prima di andartene…

Ti volevo solo dire – se non lo sai già – che StudioPCG è uno studio di geometri con sede in Firenze (ci potrai conoscere meglio cliccando sul link che precede).

Oppure seguendoci attraverso il tuo canale preferito, cliccando sui link qui sotto:

Facebook
LinkedIn
Google+
Twitter
Pinterest
Tumblr 
Flipboard
Reddit



La tua opinione.

Adesso tocca a te.
Cosa ne pensi di queste novità?
Sapevi del DL 83/2015 e della legge 132/2015?
Hai qualche suggerimento?

Aiutaci a rendere più completa questa pagina web, migliorandola con la tua esperienza, a beneficio di tutti.
Puoi farlo anche adesso, lasciando un commento nell’apposito spazio,
in fondo alla pagina.
© 2015-2017 Gabriele Carniani – Riproduzione riservata

Ultimo aggiornamento: [rup_display_update_date]

image credits:
courtesy of Mr. Tim Evanson through Flickr
(here the licence)


Gabriele Carniani
Social

Gabriele Carniani

Consulente immobiliare e tecnico legale di lunga esperienza.
Da alcuni anni è molto attivo sul web.

Scrive per StudioPCG ed altri siti del settore.
Ha fondato diversi gruppi di discussione tra cui:

Tecnici Forum
CTU Forum.

Puoi trovarli su LinkedIn, Facebook e Google+.
Gabriele Carniani
Social
Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

11 risposte a Ctu: l’iscrizione all’albo e la “re-iscrizione”.

  1. Giovanni Di Luccio dice:

    Le lascio un commento affinche mi possa aiutare a risolvere la mia situazione. Ho inoltrato la domanda in cancelleria al tribunale del mio distretto (allegando relativa marca da bollo e bollettino). La cancellaria oggetto della questione (a detta loro) è sommersa di lavoro e non aggiorna l’albo da 2 anni. Nonostante tutto, però la mia pec è inserita a reginde (credo tramite l’ordine). Come devo comportarmi? risulto iscritto oppure no? posso ricevere un incarico dal giudice?

    • Gabriele Carniani dice:

      Giovanni Ciao

      Tu chiedi se “puoi” essere nominato

      in teoria sí

      ma in pratica
      (per tutta una serie di motivi)
      è abbastanza improbabile

      • Giovanni Di Luccio dice:

        i cancellieri mi hanno detto che potrebbero bypassare la cosa. ma la pratica è che il giudice non vuole ulteriori fastidi oltre a quelli che già esistono nella burocrazia italiana. poi il parere di un cancelliere è sempre da prendere con le pinze.

  2. Carniani sei forte! Grazie.

  3. Giovannino Milio dice:

    Carissimo Gabriele, grazie per il notevole contributo che dai con il tuo prestigioso sito.
    E’ dal lontano 1988 che svolgo l’attività di CTU e rammento che un tempo, ormai lontano, il tribunale per confermare l’iscrizione dei sui CTU chiedeva ai Carabinieri l’esistenza del soggetto.
    Oggi, sono regolarmente iscritto al ReGIndE del mio tribunale e spero che questa ulteriore novità sia veramente l’ultima.
    Mi chiedo, in ultimo, se l’iscrizione in quel preciso tribunale, consente di prendere incarichi anche da Corte di Appello o altri distretti di tribunali.
    Buon lavoro
    Giovannino Milio

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissimo Giovannino Milio
      grazie per il post
      e per i complimenti a StudioPCG

      chissà se li meritiamo appieno

      per quello che so
      un ctu può iscriversi all’albo
      di un solo tribunale

      dipende da dove risiede

      tuttavia questo gli consente
      potenzialmente
      di prestare la sua opera
      per tutti i tribunali della penisola
      comprese le corti d’appello

      giustizia civile
      s’intende

      grazie ancora

      a presto

      Gabriele Carniani

  4. Anonimo dice:

    Caro Carniani
    Sono iscritto all albo CTU da più di venti anni!
    Non credo proprio che mi verrà richiesto si reiscrivermi.
    Mi sembra un’ipotesi molto remota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Iscriviti alla newsletter di StudioPCG

  • Come ripubblicare i nostri contenuti:

    Ai sensi della Legge 62/2001, possiamo dichiarare che il nostro blog non è una testata giornalistica. Infatti i contenuti vengono redatti e trasmessi senza periodicità. Tutti i contenuti sono comunque protetti dal diritto di autore. Con il nostro permesso possono essere copiati e ripubblicati, ma solo seguendo le semplici istruzioni che riceverai contattandoci con l'apposita webpage (menu/contatti).