Processo telematico: le domande più frequenti.



Sul processo telematico ci poniamo ancora tante domande.
Molti – per le risposte – si affidano al nostro sito.
I motivi?
Difficile immaginarlo.

Forse perchè sui siti istituzionali non c’è la possibilità di interagire in maniera immediata, se non via mail.
E per giunta attraverso un solo indirizzo per tutta Italia, e nemmeno troppo facile da trovare (se ti interessa è questo qua: info-pct[at]giustizia.it).

Ma chi ci chiede aiuto?
Non il cittadino comune, come si potrebbe immaginare.
Ma proprio gli addetti ai lavori; spesso lasciati a loro stessi, da ordini, collegi, e associazioni di categoria.
Per la maggior parte sono ctu ed ausiliari del giudice in genere, ma – perché no – anche qualche legale.

photo credits - mr. Michael Coghlan trough flickr - processo telematico domande frequenti faq - studiopcg - consulenze immobiliari in firenze - pezzoli e carniani geometri



In questa pagina web, abbiamo pensato di elencare domande e risposte che in questi mesi si sono alternate, sul nostro sito e non solo.

Siccome sono molte, predisporremo nelle prossime settimane, diverse pagine; cominciando – oggi – dalle questioni più generali, per poi affrontare quelle più specifiche (reginde, busta telematica, pst.giustizia, pda e pec).

Alcune domande ti potranno sembrare un po’ naif.
Ma sono quelle che realmente abbiamo ricevuto.

Oppure sono proprio le query di ricerca che – secondo google – hanno condotto utenti al nostro sito.

Qui di seguito le riporteremo tutte.
Così da accontentare, sia il principiante pieno di dubbi,
che il più navigato tra i cosiddetti soggetti abilitati esterni (i SAE; se vuoi cerca la voce su Wikipedia).


1. Cos’è il processo telematico?

Tutti coloro che si recano, e si recavano in tribunale, ci andranno sempre meno (tranne gli impiegati della PA, s’intende).
E questo grazie ad una serie di leggi, atti, software, portali web, e sistemi informatici, che permettono l’interazione con gli uffici giudiziari via web.
Il processo telematico può essere civile (Pct), penale (Ppt), amministrativo (Pat), tributario (Ptt), ecc.



2. Cos’è e come funziona il processo civile telematico?
Dunque.
Le comunicazioni le ricevi via posta elettronica certificata.
Se hai bisogno di informazioni su un procedimento, puoi cercarle nel portale giustizia (pst.giustizia.it), o con un altro punto d’accesso al Pct (Pda).
Se devi inviare un atto, lo devi inserire in una busta telematica con un software che si chiama redattore atti (o imbustatore), che ti viene fornito iscrivendoti ad un Pda.



3. Come si fa una consultazione col processo civile telematico.
Dipende dal punto d’accesso a cui sei iscritto.
Oppure puoi anche accedere autenticandoti (con smartcard o firma digitale) al pstgiustizia seguendo le nostre istruzioni.



4. Come si fa ad inviare un atto informatico?
Per prima cosa hai bisogno di creare una busta telematica, per poi inserirci il tuo atto con gli allegati.
Per farlo ci vuole un redattore atti ottenibile attraverso un Pda, se ancora non ti sei iscritto ti puoi fare un’idea cliccando sulla scritta azzurra.
Infine la busta telematica la puoi mandare attraverso il Pda, oppure inviarla al tribunale tramite un messaggio di posta elettronica certificata, anche seguendo la nostra guida.




5. Per i CTU gli incarichi arrivano via PEC?
Le nomine del giudice e le altre comunicazioni di cancelleria, devono essere comunicate al Ctu ed agli altri ausiliari del giudice via Pec.
Per legge, sin da metà ottobre 2013.



6. E già possibile il giuramento telematico?
Il legislatore non ha ancora regolato questa pratica anche se è resa possibile dalle norme.
Se ti vuoi fare un idea, qui trovi il metodo di giuramento telematico adottato dall’ufficio esecuzioni di Firenze.



7. Quali sono i software per inviare un atto in tribunale, ce ne sono di gratuiti?
Per l’invio in sé, basterebbe anche una semplice messaggio di Pec.
Ma è necessario creare una busta telematica per inserirvi l’atto principale ed i suoi allegati.
E questo si può fare con appositi programmi: i redattori atti.
Sul Pst giustizia c’è la lista ufficiale di quelli gratuiti.



Per approfondire.
Leggi  come si predispone una busta telematica.
Leggi due righe sul portale giustizia.
Consulta la lista ufficiale dei redattori atti gratuiti.

Prima di andartene…

Ti volevo solo dire – se non lo sai già – che StudioPCG è uno studio di geometri con sede in Firenze (ci potrai conoscere meglio cliccando sul link che precede).

Oppure seguendoci attraverso il tuo canale preferito, cliccando sui link che seguono:

Facebook
LinkedIn
X-Twitter
Pinterest
Tumblr 
Flipboard

 

Inoltre:
se questa pagina web ti sembra utile
torna su,
per condividerla nel tuo social preferito.

La tua opinione.

Adesso tocca a te.
Avresti risposto a tutte le domande?
Ne hai altre?
Hai qualche suggerimento?

Aiutaci a rendere più completa questa pagina web, migliorandola con la tua esperienza, a beneficio di tutti.
Puoi farlo anche adesso, lasciando un commento nell’apposito form,
in fondo alla pagina.
© 2015-2024 Gabriele Carniani – Riproduzione riservata

image credits:
courtesy of Mr. Michael Coghlan trough flickr:
(here the licence)


Gabriele Carniani
Social
Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Come ripubblicare i nostri contenuti:

    Ai sensi della Legge 62/2001, possiamo dichiarare che il nostro blog non è una testata giornalistica. Infatti i contenuti vengono redatti e trasmessi senza periodicità. Tutti i contenuti sono comunque protetti dal diritto di autore. Con il nostro permesso possono essere copiati e ripubblicati, ma solo seguendo le semplici istruzioni che riceverai contattandoci con l'apposita webpage (menu/contatti).