Processo Telematico: il Punto d’Accesso della Regione Toscana.

Il processo civile telematico (Pct), ormai è una realtà:
infatti è entrato in vigore nel 2015
.

Atti, istanze, o relazioni di Ctu non possono essere inviati al tribunale senza un Punto d’Accesso (Pda).

Da qualche tempo la Regione Toscana ne ha varato uno.
E si chiama Pda – Cancelleria Telematica.

Come funziona?

Scorri giù e vediamo insieme.

pagaso a matita


1. Il Pda – Cancelleria Telematica.


Bisogna ammettere che offre meno servizi, rispetto ad altri Pda.
Per esempio non è inclusa l’iscrizione al registro generale degli indirizzi elettronici.

Vi si trovano – comunque – molte qualità.
Vediamone alcune
.

L’iscrizione è semplice e veloce.
Il software è rapido ed intuitivo.
Al numero verde (800-127984) rispondono persone
disponibili, gradevoli e competenti.
Ed è tutto completamente gratuito.


2. Il Pda gratuito.

Sì, d’accordo.
Il costo medio dei Pda a pagamento forse non è così proibitivo.
Ma per chi è alle prime armi, il fatto di non spendere, è certamente un’occasione.

E lo è anche per coloro che non sono del tutto soddisfatti del loro attuale Pda, e ne vogliono provare un altro.

Se vuoi saperne di più, (direttamente da questa pagina web), è possibile:
consultare:


3. La procedura per accedere.


Accedere è semplice.
Ma occorre 
PRIMA DI TUTTO seguire questa procedura:

  1. inserire nel computer il dispositivo di firma digitale ed attivarlo (usb o smartcard),
  2. chiudere tutti i programmi (incluso il browser che state usando per consultare questa pagina web),
  3. tornare a questa pagina (possibilmente usando il browser residente sul dispositivo di firma digitale),
  4. cliccare sui link qui in basso.

Buon lavoro.

Attenzione per qualsiasi problema puoi chiamare il numero verde 800-127984.


Prima di andartene…

Ti volevo solo dire – se non lo sai già – che StudioPCG è uno studio di geometri con sede in Firenze (ci potrai conoscere meglio cliccando sul link che precede).

Oppure seguendoci attraverso il tuo canale preferito,
cliccando sui link qui sotto:


Facebook
LinkedIn
Google+
Twitter
Pinterest
Tumblr
Flipboard
Reddit

 


La tua opinione.


Adesso tocca a te.
Cosa ne pensi del processo telematico?
E del tuo Pda?
Hai qualche suggerimento?

Aiutaci a rendere più completa questa pagina web,
migliorandola con la tua esperienza, a beneficio di tutti.
Puoi farlo anche adesso,
lasciando un commento nell’apposito spazio, 
in fondo alla pagina.

© 2013-2017 Gabriele Carniani – Riproduzione riservata




Gabriele Carniani
Social

Gabriele Carniani

Consulente immobiliare e tecnico legale di lunga esperienza.
Da alcuni anni è molto attivo sul web.

Scrive per StudioPCG ed altri siti del settore.
Ha fondato diversi gruppi di discussione tra cui:

Tecnici Forum
CTU Forum.

Puoi trovarli su LinkedIn, Facebook e Google+.
Gabriele Carniani
Social
Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

12 risposte a Processo Telematico: il Punto d’Accesso della Regione Toscana.

  1. Renzo G. Bonizzi dice:

    Grazie per l’ottimo tutorial che,
    oltre all’esaustività oggettiva,
    induce, formativamente,
    a comprendere meglio le dinamiche logico-procedurali
    con le quali l’iscrizione è attribuibile.
    Grazie ancora,
    i seguirò ancor più volentieri.

  2. Geozetan dice:

    Grazie per il sito preciso e di aiuto nelle procedure. Volevo chiedere se conoscete una soluzione al mio problema. Riesco a vedere i fascicoli depositati con aruba key e cancelleria telematica regione toscana solo se accedo con internet explorer, mentre non mi è possibile con Firefox su chiavetta o google chrome. Mi chiede spid o carta sanitaria senza verificare la presenza della chiavetta. Avete qualche dritta per la soluzione? Grazie e cordiali saluti. Nicola

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissimo Nicola

      il problema che mi confidi non lo conosco
      mi spiace

      anzi
      tra tutte le lamentele …
      mi mancava

      è nuovo?
      o ti è sempre successo?
      che sistema operativo usi?

      dammi qualche altra informazione
      e provo un po’ a informarmi

      a presto

      • Nicola dice:

        Grazie. No in passato riuscivo ad entrare con firefox portable della chiavetta.
        il sistema operativo è win 7 Pro.
        Attualmente mi va sul prospetto di accesso dove occorre selezionare tessera sanitaria o spid e non legge la chiavetta.
        la soluzione che mi diede telefonicamente, dopo vari tentativi, la cancelleria telematica Toscana fu quella di continuare ad accedere, per vedere le pratiche, con internet explorer.
        Credo dipenda dalla configurazione del browser ma ho fatto alcuni tentativi e poi ho rinunciato, avendo soluzione alternativa. Era solo per sapere se vi era già capitato. Grazie comunque per la celere risposta. Saluti Nicola

  3. Buongiorno, sono Annamaria Lastrucci di Regione Toscana, ho letto il suo articolo e, per maggiore chiarezza per gli utenti, le mando i link dei manuali aggiornati:

    Manuale utente Pda – Cancelleria Telematica per Avvocati e CTU:
    https://www.giustizia.toscana.it/documentigiustizia/PdA-Cancelleria%20Telematica%20Manuale%20utente%20Avvocati%20e%20CTU.pdf

    Manuale utente redattore atti SLPCT:

    http://www.giustizia.toscana.it/documentigiustizia/Redattore%20atti%20SLPct%20-%20Manuale%20installazione%20e%20uso.pdf

    Cordiali saluti.

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissima Annamaria Lastrucci
      grazie del post
      e dell’autorevole segnalazione.
      La prego di volermi indicare qualsiasi modifica da apportare alle webpage del nostro sito.
      Sempre nell’ottica di una migliore fruizione da parte dei nostri utenti,
      e – soprattutto – di tutti coloro che si affidano al PdA – Cancelleria telematica.
      Grazie ancora.
      Gabriele Carniani.

  4. Giuseppe Agus dice:

    Carissimo Gabriele. Sono un C.T.U. alle prime armi nominato dal Tribunale Civile di Cagliari per una causa civile. Ho avuto la convocazione per il giuramento in forma cartacea (non PEC). Sono adesso in fase di invio della la mia perizia in formato elettronico. Sono iscritto al registro generale degli indirizzi elettronici (ho verificato). Ho l’indirizzo di PEC configurato correttamente nel Portale Punto d’Accesso della Regione Toscana (verificato da me e da un operatore del numero verde). Ho la carta servizi nazionale attivata e funzionante (altrimenti non potrei accedere al portale).
    Mi sono iscritto al Punto d’Accesso della Regione Toscana, seguendo le tue indicazioni e quelle del portale. Ho preparato la busta secondo le tue indicazioni e del manuale usando il software SLpct scaricato dal PdA, ho inviato la busta sia con il software SLpct (attiva in automatico Microsoft Outlook correttamente configurato) sia caricandola e inviandola con Punto d’Accesso della Regione Toscana. In entrambi i casi ricevo sulla mia PEC il primo messaggio di conferma di accettazione della PEC, un secondo messaggio di consegna della PEC (per cui tutto ok in termini di PEC) e un 3° Mail con oggetto: ESITO CONTROLLI AUTOMATICI ….. DEPOSITO PERIZIA CTU procedimento R.G…./2014 (riprende l’oggetto della mia PEC di invio). Codice esito: -1. Descrizione esito: Numero di ruolo non valido: Il mittente non ha accesso al fascicolo. Sono necessarie verifiche da parte della cancelleria.
    Verificando effettivamente non riesco a consultare il fascicolo telematico attraverso il PST Giustizia e neanche con il PdA Regione Toscana. Mi sono rivolto in cancelleria dove mi hanno preso la perizia in formato cartaceo e su CD (con richiesta al Giudice autorizzazione al deposito cartaceo) , ma non mi sanno dare risposte e indicazioni del perchè non possa inviarlo mediante PdA o PEC. Ma chi dovrebbe collegare il mio C.F. o la PEC con il fascicolo telematico? In un tuo post dici il Cancelliere, ma a me non ha saputo darmi risposta. Come dovrei Procedere?
    Ti ringrazio e Saluto
    Giuseppe Agus

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissimo Giuseppe Agus
      non riesci ad accedere al fascicolo telematico?
      ci deve essere qualcosa che non va

      secondo il tuo post dettagliatissimo
      posso solo pensare che in cancelleria non ti abbiano inserito
      tra coloro che hanno accesso al fascicolo
      (oppure hanno sbagliato anche solo una lettera del codice fiscale, già successo)

      ma poichè
      a questo punto
      hai già consegnato
      il problema è rimadato al prossimo incarico

      grazie ancora
      a presto
      Gabriele Carniani

  5. Grazie per l’interessante articolo.

    Dato che il limite di dimensioni per la busta telematica è di 30Mb non compressi, come deve procedere un CTU nel caso la sua relazione sia di dimensioni maggiori?

    Grazie
    @mgua

    • Gabriele Carniani dice:

      Carissimo Marco Guardigli
      grazie
      per il post

      come fare quando la busta eccede i 30 mega?
      sara’ oggetto di uno dei prossimi approfondimenti sul nostro sito.

      comunque ci sono almeno due strade
      1 ridurre i pdf prima di imbustarli
      2 fare due o più invii (ma con certe accortezze su cui – per adesso – non mi dilungo).
      tieni d’occhio il nostro sito, tornandoci di quando, o iscrivendoti ad uno dei canali in alto a destra (follow us).

      a presto
      Gabriele Carniani

  6. Marco Ambrogiani dice:

    Grazie infinite.
    Le tue istruzioni, su molte consultate, sono le uniche veramente precise ed utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Come ripubblicare i nostri contenuti:

    Ai sensi della Legge 62/2001, possiamo dichiarare che il nostro blog non è una testata giornalistica. Infatti i contenuti vengono redatti e trasmessi senza periodicità. Tutti i contenuti sono comunque protetti dal diritto di autore. Con il nostro permesso possono essere copiati e ripubblicati, ma solo seguendo le semplici istruzioni che riceverai contattandoci con l'apposita webpage (menu/contatti).